E-sports: i 5 Jackpot più alti della storia

Negli ultimi anni, con lo sviluppo di internet ad alta velocità per uso domestico e quindi usufruibile da tutti, si è assistito alla nascita di moltissime nuove forme di interazione in tempo reale, e nemmeno il mondo dei videogiochi è rimasto escluso. Con la possibilità di giocare con il proprio computer in tempo reale contro utenti di tutto il mondo, il panorama degli esports (dall’inglese electronic sports) ha avuto una crescita esponenziale di utenti e visibilità, che con il tempo ha portato alla nascita di veri e propri team professionistici.

Cosa sono gli esports?

Il concetto che sta dietro ai principali esports è quello del MOBA (Multiplayer Online Battle Arena), una sfida tra due squadre che hanno l’obiettivo di distruggere il rispettivo avversario (o la sua fortezza, comunque quello è il concetto): di conseguenza le squadre si allenano, giocano, simulano, creano strategie, esattamente come uno sport reale.

squadra di calcio posa per la fotografia

Data l’alta spettacolarità del gioco e di tutto ciò che gli sta intorno, si è iniziato ad organizzare dei tornei dal vivo di questi, con le squadre a sfidarsi online ma dallo stesso luogo: anche questi eventi hanno immediatamente riscosso un enorme apprezzamento di pubblico e sponsor, e si sono via via andati a creare dei montepremi da destinare ai vincitori. Ben presto si è passato all’organizzazione di eventi milionari, con premi a sei zeri, fama e notorietà per gli eplayer.

Qui di seguito andremo a vedere quali sono stati i 5 montepremi più alti della storia degli esports, con i giochi di riferimento che sono 2, entrambi MOBA: il primo è DOTA 2, gioco del 2013 in cui l’obiettivo è distruggere la fortezza della squadra avversaria, mentre il secondo è League of Legends, datato 2009 (ovviamente aggiornato negli anni), anche questo basato sulla distruzione della squadra nemica.

I Jackpot più alti mai vinti negli eports

5. Dota 2 Asia Championships ($3,057,521)

due giocatori di calcio e palla

Giocato a Shanghai ad inizio 2015, il campionato asiatico di DOTA 2 ha visto affrontarsi 20 squadre. A prevalere è stato il team Evil Geniuses, formato da tre statunitensi, un canadese e un pachistano, capace di avere la meglio in finale sui Vici Gaming, tre tedeschi, un cinese e un singaporegno, e di aggiudicarsi il primo premio di $1,284,158. Ai secondi classificati sono andati, invece, $366,902.

4. League Of Legends 2016 World Championship ($5,070,000)

Questo torneo rende molto bene l’idea della presa che hanno ormai gli esports a livello mondiale: 16 squadre, un mese di torneo, fase a gruppi a San Francisco, quarti di finale a Chicago, semifinali a New York e finale a Los Angeles. A vincere sono stati i sudcoreani di SK Telecom T1, davanti ai connazionali di Samsung Galaxy.

Non notate niente di strano? La più grande compagnia telefonica della Corea del Sud e una delle più grandi aziende del mondo sono i due sponsor principali delle due squadre: impressionante. Per la nota i vincitori hanno guadagnato $2,028,000, mentre i runner-up $760,500.

3. The International 2014: Dota 2 Championships ($10,931,103)

The International sta agli esports come la coppa del mondo sta al calcio: è l’evento principale dell’anno. Nel 2014 si svolse per la prima volta alla Key Arena di Seattle ed i 17.000 biglietti per l’evento furono venduti in meno di un’ora. Interessante anche la struttura del montepremi:

la Valve, casa produttrice del gioco, mise un montepremi base di 1,6 milioni di dollari e lasciò agli utenti di tutto il mondo il “dovere” di aumentarlo, garantendo il rilascio di nuove funzioni di gioco al raggiungimento di determinati obiettivi economici.

La mossa ebbe immediato successo e si raggiunse per la prima volta una cifra superiore ai 10 milioni di dollari. A conquistare il trofeo fu il team cinese Newbee, con un bell’assegno di $5,028,308, secondi e terzi classificati i già citati Vici Gaming e Evil Geniuses.

2. The International 2015: Dota 2 Championships ($18,429,613)

squadra di calcio femminile
Si dice che i record sono fatti per essere battuti, ed ecco a corollario di questa affermazione The International 2015, capace di quasi doppiare la sua versione precedente. A vincere, vendicando le sconfitte dell’anno precedente, ancora gli Evil Geniuses ($6,634,660) davanti ai CDEC Gaming e ai LGD Gaming.

1. The International 2016 ($20,770,640)

Con una denominazione abbreviata di giunge così alla versione 2016 dei mondiali di DOTA 2, la prima a scavallare l’astronomica cifra di 20 milioni di dollari. Con più di 30 milioni di utenti online a vedere la finale, la vittoria ha arriso ai cinesi di Wings Gaming ($9,139,002), capaci di precedere i Digital Chaos ($3,427,126), 5 giocatori di 5 nazioni diverse e, ancora una volta sul podio, gli Evil Geniuses ($2,180,898).

+18Gioca Responsabilmente

https://www.agenziadoganemonopoli.gov.it

Better Collective A/S - Indirizzo: Toldbodgade 12 - 1253 Copenhagen K - Denmark - Phone: +45 29 91 99 65